BACKUP REMOTO

Proteggere il patrimonio informativo garantendo l’integrità di dati e documenti è l’obiettivo con cui Ancidata ha individuato una soluzione per il backup ed il restore da remoto in grado di supportare i centri di elaborazione dati dei Comuni in quella che rappresenta una delle principali funzioni di garanzia che questi devono assicurare in seno all’Amministrazione.
I processi di dematerializzazione e di digitalizzazione in atto nella P.A. rendono infatti centrale il problema della gestione in sicurezza dei dati da parte degli Enti Locali. Molteplici possono essere le minacce che possono causare una perdita di dati, dagli eventi disastrosi (alluvioni, incendi, sismi) ai più banali (rottura di un disco rigido, cancellazione accidentale dovuta all’errore umano) che troppo spesso sono sottovalutate, fino al concretizzarsi di un “problema”.
L’impiego del Backup Remoto di Ancidata, solleva gli operatori del CED del Comune da una serie di preoccupazioni. Non si dovrà più pensare ai nastri di backup, alla loro conservazione, a gestire gli eventuali malfunzionamenti che si possono verificare nel trasferimento dei dati, né sarà più necessario preoccuparsi di avviare i salvataggi, e verificarne gli esiti.
Il servizio consente di gestire in modo totalmente automatico il backup e l’eventuale ripristino dei dati contenuti nei server e nei pc dell’Ente, secondo procedure di cifratura dei dati e la loro trasmissione, attraverso canali sicuri che ne garantiscono l’integrità, a server remoti collocati nell’infrastruttura di Ancidata, adeguatamente protetti secondo gli standard più elevati.
Il servizio è inoltre concepito per assicurare ai Comuni la massima flessibilità d’utilizzo grazie alla possibilità di stabilire autonomamente le policy per il salvataggio automatico dei dati.